chi è che bussa a sto convento

San Giacomo frate

Uno scherzo da frati

L’altro giorno per poco ò visto un fungo, disegnato ad Assisi insieme a quei broccoli che non si sa come concimati. Il fungo di cui parlo è il disegno del tao visto sul pavimento del piazzale. Che si dice tra i frati che Francesco D’Assisi lo conoscesse, che di fatti è una lettera come per esempio la T che anche francesco la conoscesse, anche per il fatto che conobbe il lupo i lebbrosi e quant’altro conoscesse attraverso la contemplazione interiore di Dio. Gesù suo evangelico, Francesco fece come lesse. Tanto che scrisse in italiano per primo. possiamo dire, anche poeticamente. Ora à ciò possiamo dire che Francesco conoscesse anche la croce di Gesù. Che fu di certo un legno ma la sua forma è fatta in significato e come in ogni cosa che si trasforma e ritrova sé. Così l’uomo vive la sua croce e vede la resurrezione di Gesù. Ora con cotanto pensiero i Fraticelli e i Fratoni, con la barba e senza barba, si sono per qualcuno messo in testa che Francesco nel firmare alcuni fogli, anche con le meni un poco doloranti per i reumatismi, forse, abbia firmato alcuni fogli con la T O Tao invece che con la croce e, allora po da esse pure che volesse da dire Tié.